rendendo grazie a Dio e Padre, che ci ha fatti degni di partecipare alla sorte dei santi nella luce. Colossesi 1.12
Daily reading in version LND - Italian


Salmi 109
Salmi 110
Salmi 111
Salmi 112
Romani 8.18-39

Salmi 109


1
«Al maestro del coro. Salmo di Davide.» O DIO della mia lode, non tacere,
2
perché uomini empi e disonesti hanno aperto la loro bocca contro di me e hanno parlato contro di me con una lingua bugiarda;
3
mi hanno assalito con parole di odio e mi hanno fatta guerra senza motivo.
4
In cambio del mio amore, mi accusano, ma io faccio ricorso alla preghiera.
5
Essi mi hanno reso male per bene e odio in cambio del mio amore.
6
Stabilisci un uomo malvagio su di lui, e un accusatore stia alla sua destra.
7
Quando sarà giudicato, fa' che sia trovato colpevole, e la sua preghiera diventi peccato.
8
Siano pochi i suoi giorni e un altro prenda il suo posto.
9
I suoi figli rimangano orfani e la sua moglie vedova.
10
Siano i suoi figli vagabondi e mendicanti e cerchino cibo lontano dalle loro case in rovina.
11
L'usuraio si prenda tutti i suoi averi, e gli estranei lo derubino del frutto delle sue fatiche.
12
Nessuno usi con lui misericordia e nessuno abbia pietà dei suoi orfani.
13
Sia la sua discendenza distrutta; nella seconda generazione sia il loro nome cancellato.
14
Sia l'iniquità dei suoi padri ricordata davanti all'Eterno e il peccato di sua madre non sia cancellato.
15
Siano i loro peccati sempre davanti all'Eterno, affinché egli faccia sparire dalla terra il loro ricordo.
16
Poiché egli non si è ricordato di usare misericordia, ma ha perseguitato il povero, il bisognoso e chi aveva il cuore rotto, fino a farli morire.
17
Poiché ha amato la maledizione, ricada essa su di lui; e poiché non si è compiaciuto nella benedizione, si allontani essa da lui.
18
Poiché si è coperto di maledizione come di un vestito, entri essa come acqua nel suo corpo e come olio nelle sue ossa;
19
sia per lui come un vestito che lo copre e come una cintura che lo lega per sempre.
20
Sia questa da parte dell'Eterno la ricompensa per i miei avversari e per quelli che parlano male contro di me.
21
Ma tu, o Eterno, Signore, opera a mio favore per amore del tuo nome, liberami per la tua misericordia e bontà
22
perché io sono povero e bisognoso, è il mio cuore è ferito dentro di me.
23
Io me ne vado come ombra che si allunga, sono scosso via come una cavalletta.
24
Le mie ginocchia vacillano per il digiuno e il mio corpo si è fatto magro per mancanza di grasso.
25
Sono diventato per loro un obbrobrio; quando mi vedono scuotono il capo
26
Aiutami, o Eterno mio DIO, salvami per la tua misericordia,
27
e sappiano che questo è opera della tua mano, e che tu, o Eterno, l'hai fatto.
28
Essi malediranno, ma tu benedirai quando si innalzeranno, resteranno confusi, ma il tuo servo si rallegrerà.
29
Siano i miei avversari coperti di vituperio e avvolti di vergogna come di un mantello.
30
Io celebrerò grandemente l'Eterno con la mia bocca e lo loderò in mezzo alla grande folla,
31
perché egli sta alla destra del povero, per salvarlo da quelli che lo condannano a morte.

top

Salmi 110


1
«Salmo di Davide.» L'Eterno dice al mio Signore: «Siedi alla mia destra finché io faccia dei tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi».
2
L'Eterno estenderà da Sion lo scettro della tua potenza. Domina in mezzo ai tuoi nemici.
3
Il tuo popolo si offrirà volenteroso nel giorno del tuo potere; nello splendore di SANTITA
4
L'Eterno ha giurato e non si pentirà: «Tu sei sacerdote in eterno secondo l'ordine di Melchisedek».
5
Il Signore è alla tua destra. Egli distruggerà dei re nel giorno della sua ira.
6
Egli giudicherà le nazioni, le riempirà di cadaveri e distruggerà i governanti di gran parte della terra.
7
Berrà dal torrente per via e perciò alzerà il capo.

top

Salmi 111


1
Alleluia, celebrerò l'Eterno con tutto il cuore nel consiglio dei giusti e nell'assemblea.
2
Grandi sono le opere dell'Eterno, ricercate da tutti quelli che si dilettano in esse.
3
Le sue opere sono maestose e grandiose e la sua giustizia dura in eterno.
4
Egli fa sí che le sue meraviglie siano ricordate; l'Eterno è misericordioso e pieno di compassione.
5
Egli dà cibo a quelli che lo temono e si ricorderà per sempre del suo patto.
6
Egli ha mostrato al suo popolo la potenza delle sue opere, dandogli l'eredità delle nazioni.
7
Le opere delle sue mani sono verità e giustizia; tutti i suoi comandamenti sono fermi,
8
stabili in eterno per sempre, fatti con verità e rettitudine.
9
Egli ha mandato la redenzione al suo popolo, ha stabilito il suo patto per sempre; santo e tremendo è il suo nome.
10
Il timore dell'Eterno è il principio della sapienza, hanno grande sapienza quelli che mettono in pratica i suoi comandamenti; la sua lode dura in eterno.

top

Salmi 112


1
Alleluia. Beato l'uomo che teme l'Eterno e trova grande gioia nei suoi comandamenti.
2
La sua progenie sarà potente sulla terra, la posterità degli uomini retti sarà benedetta.
3
Nella sua casa c'è abbondanza e ricchezze e la sua giustizia dura per sempre.
4
La luce si leva nelle tenebre per quelli che sono retti, per l'uomo misericordioso, compassionevole e giusto.
5
Sarà felice l'uomo che usa misericordia e dà in prestito, e dirige i suoi affari con giustizia,
6
perché non sarà mai smosso; il giusto sarà ricordato per sempre.
7
Egli non temerà cattive notizie; il suo cuore è fermo, fiducioso nell'Eterno.
8
Il suo cuore è sicuro; egli non avrà paura alcuna, finché non guarderà trionfante sui suoi nemici.
9
Egli ha sparso liberamente, ha dato ai bisognosi; la sua giustizia dura per sempre e la sua potenza sarà elevata in gloria.
10
L'empio lo vedrà e si irriterà, digrignerà i denti e si consumerà; il desiderio degli empi non si realizzerà mai.

top

Romani 8

18-39
18
Io ritengo infatti che le sofferenze del tempo presente non sono affatto da eguagliarsi alla gloria che sarà manifestata in noi.
19
Infatti il desiderio intenso della creazione aspetta con bramosia la manifestazione dei figli di Dio,
20
perché la creazione è stata sottoposta alla vanità non di sua propria volontà, ma per colui che ve l'ha sottoposta,
21
nella speranza che la creazione stessa venga essa pure liberata dalla servitú della corruzione per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio.
22
Infatti noi sappiamo che fino ad ora tutto il mondo creato geme insieme ed è in travaglio.
23
E non solo esso, ma anche noi stessi, che abbiamo le primizie dello Spirito noi stessi, dico, soffriamo in noi stessi, aspettando intensamente l'adozione, la redenzione del nostro corpo.
24
Perché noi siamo stati salvati in speranza; or la speranza che si vede non è speranza, poiché ciò che uno vede come può sperarlo ancora?
25
Ma se speriamo ciò che non vediamo, l'aspettiamo con pazienza.
26
Nello stesso modo anche lo Spirito sovviene alle nostre debolezze, perché non sappiamo ciò che dobbiamo chiedere in preghiera, come si conviene, ma lo Spirito stesso intercede per noi con sospiri ineffabili.
27
E colui che investiga i cuori conosce quale sia la mente dello Spirito, poiché egli intercede per i santi, secondo Dio.
28
Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene per coloro che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo proponimento.
29
Poiché quelli che egli ha preconosciuti, li ha anche predestinati ad essere conformi all'immagine del suo Figlio affinché egli sia il primogenito fra molti fratelli.
30
E quelli che ha predestinati, li ha pure chiamati, quelli che ha chiamati, li ha pure giustificati e quelli che ha giustificati, li ha pure glorificati.
31
Che diremo dunque circa queste cose? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?
32
Certamente colui che non ha risparmiato il suo proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà anche tutte le cose con lui?
33
Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica.
34
Chi è colui che li condannerà? Cristo è colui che è morto, e inoltre è anche risuscitato; egli è alla destra di Dio, ed anche intercede per noi,
35
Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà l'afflizione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudità, o il pericolo, o la spada?
36
Come sta scritto: «Per amor tuo siamo tutto il giorno messi a morte; siamo stati reputati come pecore da macello».
37
Ma in tutte queste cose noi siamo piú che vincitori in virtú di colui che ci ha amati.
38
Infatti io sono persuaso che né morte né vita né angeli né principati né potenze né cose presenti né cose future,
39
né altezze né profondità, né alcun'altra creatura potrà separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesú, nostro Signore.

top
Join our community
Facebook
Twitter